Domande frequenti su TPMS

Domande frequenti sui dispositivi ATEQ TPMS

Consulta la guida alle domande frequenti per trovare una risposta alle domande su come funzionano sensori pressione gomme, prezzo sensori pressione pneumatici, prezzo valvole TPMS, TPMS (sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici) e sui dispositivi ATEQ TPMS. La guida include le seguenti sezioni: informazioni sul funzionamento sensori pressione pneumatici, informazioni generali su come funzionano sensori pressione gomme e sui dispositivi TPMS, prezzo valvole TPMS, prezzo sensori pressione pneumatici, modalità di aggiornamento dei dispositivi ATEQ TPMS, risoluzione dei problemi dei dispositivi TPMS e molto altro.

 

Sezioni


Informazioni sul TPMS

Cosa significa TPMS?

Tire Pressure Monitoring System, sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici.

Perché la mia vettura è dotata di sensori TPMS?

I veicoli sono dotati di un sensore TPMS per avvisare i conducenti in caso di pneumatico significativamente sgonfio. Nel 2000, dopo che Firestone ha richiamato più di 6,5 milioni di veicoli a causa di distacco del battistrada, la NHTSA (National Highway Traffic Safety Administration) ha emesso la prima versione del TREAD Act richiedendo l’implementazione di sistemi di allarme per la pressione degli pneumatici su tutti i veicoli venduti negli Stati Uniti dal 2008, inclusi veicoli passeggeri e camion leggeri con PTT pari o inferiore a 10.000 lb.

Vantaggi dei sensori TPMS:

  • avvisano l’utente in caso di pneumatico sgonfio;
  • riducono il rischio di incidenti dovuti a un guasto dello pneumatico;
  • ottimizzano il consumo di carburante nonché la durata utile dello pneumatico;
  • riducono il rischio di piccole forature.
  • La sicurezza stradale implica rispettare i requisiti di pressione degli pneumatici forniti dal produttore della vettura. Sfortunatamente, con gli pneumatici attuali, è praticamente impossibile distinguere visivamente uno pneumatico sgonfio del 50%.

Uno pneumatico dotato di TPMS permette di visualizzare la pressione interna del sensore TPMS e avvisa il conducente se raggiunge un livello basso mostrando una spia di avviso TPMS.

Informazioni sulla pressione dello pneumatico

  • Uno pneumatico perde “naturalmente” 0,2 atmosfere (2,9 PSI) ogni 3 mesi.
  • L’85% di tutte le esplosioni degli pneumatici è preceduta da una foratura “lenta”.
  • Uno pneumatico sgonfio non è pericoloso solo perché può esplodere, è pericoloso anche per la stabilità del veicolo, influendo negativamente sul consumo e sulla durata utile dello pneumatico.

ateq

Informazioni sulla pressione dello pneumatico

  • Uno pneumatico perde “naturalmente” 0,2 atmosfere (2,9 PSI) ogni 3 mesi.
  • L’85% di tutte le esplosioni degli pneumatici è preceduta da una foratura “lenta”.
  • Uno pneumatico sgonfio non è pericoloso solo perché può esplodere, è pericoloso anche per la stabilità del veicolo, influendo negativamente sul consumo e sulla durata utile dello pneumatico.

Conoscenza generica del dispositivo TPMS

Cos’è un dispositivo di attivazione TPMS?

Un dispositivo di attivazione TPMS permette all’utente di attivare il sensore di monitoraggio della pressione dello pneumatico senza fili montato su uno pneumatico. Ad esempio, tutti i sensori TPMS dispongono di batteria interna che può scaricarsi durante lo stoccaggio. Durante la produzione di un veicolo nello stabilimento, i sensori TPMS montati nello pneumatico vengono portati in modalità di riposo fino alla consegna presso l’officina o il concessionario. Pertanto è necessario il dispositivo di attivazione TPMS per attivare o “risvegliare” i sensori TPMS montati negli pneumatici.

Dispositivi di attivazione TPMS ATEQ per officine: VT56, VT55, VT36, VT15

Dispositivi di attivazione TPMS ATEQ fai da te: VT36, VT30, VT15

Dispositivi di attivazione TPMS ATEQ industriali: VT60S, DiagVT, VT520

Cosa attiva in pratica un dispositivo di attivazione TPMS?

Gli utenti attivano o decodificano il sensore TPMS all’interno della ruota. Questo sensore TPMS non è raggiungibile fisicamente dal momento che è installato all’interno dello pneumatico. Pertanto, l’operazione di decodifica o attivazione di un sensore deve avvenire senza collegamenti utilizzando un dispositivo di attivazione TPMS.

Dispositivi di attivazione TPMS ATEQ fai da te: VT36, VT30, VT15

Dispositivi di attivazione TPMS ATEQ industriali: VT60S, DiagVT, VT520

Qual è la differenza tra un dispositivo di ripristino TPMS, un dispositivo di attivazione TPMS e un dispositivo di decodifica TPMS?

Un dispositivo di ripristino TPMS può essere usato per ripristinare o riprogrammare il sensore TPMS OEM o aftermarket sull’ECU del veicolo ogniqualvolta vengono sostituiti o cambiati gli pneumatici (ad esempio per la stagione estiva o invernale) o in caso di rotazione degli pneumatici, ecc.

Dispositivi di ripristino TPMS ATEQ per officine: VT56, VT55, VT36, VT30

Un dispositivo di attivazione TPMS permette all’utente di “risvegliare” o attivare i sensori in modalità di riposo o inattivi.

Dispositivi di ripristino TPMS ATEQ per officine: VT56, VT55, VT36, VT30, VT15

Dispositivi di attivazione TPMS ATEQ fai da te: VT36, VT30 VT15

Dispositivi di attivazione TPMS ATEQ industriali: VT60S, DiagVT, VT520

Un dispositivo di decodifica TPMS permette di attivare i sensori, ricevere le informazioni dai sensori TPMS e inviare tali informazioni all’ECU del veicolo. Le informazioni sui sensori TPMS ricevute dal dispositivo di decodifica TPMS includono la pressione dello pneumatico, la temperatura del sensore TPMS, la velocità di rotazione della ruota, l’ID univoco del sensore TPMS, lo stato della batteria del sensore TPMS e molto altro.

Dispositivi di attivazione TPMS ATEQ per officine: VT56, VT36, VT15

Dispositivi di attivazione TPMS ATEQ fai da te: VT36

 

Perché la mia officina ha bisogno di un dispositivo TPMS?

Un dispositivo TPMS permette di:

  • attivare un sensore TPMS appena montato;
  • riprogrammare l’ECU del veicolo in modo che possa riconoscere il nuovo sensore in caso di diverso ordine degli pneumatici, cambio degli pneumatici per la stagione estiva-invernale, montaggio di una nuova gomma sul veicolo, ecc.;
  • inviare le informazioni del sensore all’ECU del veicolo dopo aver attivato e ricevuto le informazioni sui sensori di pressione gomme TPMS.

Dispositivi TPMS ATEQ per officine: VT56, VT36, VT15

Cos’è un dispositivo TPMS universale?

Un dispositivo TPMS universale permette di attivare tutti i sensori TPMS professional disponibili sul mercato, a differenza dei dispositivi TPMS che sono in grado di attivare uno o pochi sensori.

Dispositivi universali TPMS ATEQ per officine: VT56, VT36, VT15

Dispositivi universali TPMS ATEQ fai da te: VT36, VT15

Dispositivi universali TPMS ATEQ industriali: VT60S, DiagVT, VT520


Domande generiche sul dispositivo ATEQ TPMS

Stampante VT56: modalità per verificare il corretto funzionamento della stampante

  • Verificare che il cavo di alimentazione sia collegato
  • Verificare che l’alimentazione sia presente (premere il tasto on/off per 3 sec.)
  • Verificare la presenza di carta (controllare la direzione di uscita della carta)
  • Inviare un lavoro alla stampante.

Cosa occorre sapere prima di contattare l’assistenza

Prima di contattare l’assistenza, il software è stato aggiornato di recente? La causa principale dei problemi con i dispositivi ATEQ TPMS è un software non aggiornato. Aggiorna il software del dispositivo e verifica se il problema persiste.

Perché il mio attuale dispositivo TPMS non è in grado di attivare o ripristinare alcuni sensori?

Se il dispositivo TPMS non può attivare o ripristinare un sensore, consigliamo di aggiornare il dispositivo TPMS in modo da includere i più recenti sensori di pressione pneumatici. Dal momento che il mercato TPMS è in forte crescita, ogni giorno vengono introdotti nuovi sensori TPMS. I tecnici ATEQ fanno del loro meglio per assicurare la compatibilità di tutti i sensori TPMS disponibili con i dispositivi ATEQ TPMS.

I dispositivi ATEQ TPMS aggiornabili quali VT56, VT55, VT36, VT30 e VT15 sono sempre compatibili con i più recenti sensori TPMS lanciati sul mercato.


Aggiornamento del dispositivo ATEQ TPMS

In che modo posso aggiornare il mio dispositivo ATEQ TPMS?

Per il primo aggiornamento, seguire la procedura riportata di seguito.

  • Portare il dispositivo TPMS in “modalità di avvio” prima di procedere con l’aggiornamento
    • Istruzioni per la modalità di avvio del dispositivo VT56: spegnere il dispositivo. Tenere premuto il tasto OK, quindi premere e rilasciare il tasto ON contemporaneamente.
    • Istruzioni per la modalità di avvio (loader) del dispositivo VT55: spegnere il dispositivo. Tenere premuto il tasto INVIO (la freccia che punta verso il basso e a sinistra). Premere e rilasciare il tasto di accensione contemporaneamente.
    • Istruzioni per la modalità di avvio del dispositivo VT36: spegnere il dispositivo. Tenere premuto il tasto OK, quindi premere e rilasciare il tasto ON contemporaneamente.
    • Istruzioni per la modalità di avvio (loader) del dispositivo VT30: spegnere il dispositivo. Tenere premuto il tasto INVIO (la freccia che punta verso il basso e a sinistra). Premere e rilasciare il tasto di accensione contemporaneamente.
  • Accendere il dispositivo e collegarlo al PC utilizzando il cavo USB in dotazione con il kit del dispositivo.
  • Andare all’indirizzo https://www.ateq-tpms.com/it/home/assistenza/
  • Selezionare il dispositivo nel menu (il menu si trova nella parte superiore del sito Web. Scorrere con il mouse su ASSISTENZA e selezionare il dispositivo.)
  • Fare clic sul software da scaricare e salvare il file
  • Individuare il file salvato “WebVT_XX.zip” e aprirlo
  • Lanciare WebVT.exe e seguire le indicazioni
  • Una volta terminata l’installazione, sul desktop apparirà un’icona chiamata “WebVT”
  • Fare clic con il tasto destro su WebVT e selezionare “Esegui come amministratore” per il primo utilizzo
  • Una volta che WebVT ha rilevato il dispositivo connesso, apparirà una finestra con il seguente messaggio: “Dispositivo non registrato. Premere “SÌ” per procedere alla registrazione” se il dispositivo non è già stato registrato
  • Compilare i campi richiesti e fare clic su “INVIA”
  • Fare clic su AGGIORNA DISPOSITIVO
  • Attendere fino a quando compare il messaggio “Congratulazioni, il tuo dispositivo è stato aggiornato correttamente”
  • Premere “OK” e uscire da WebVT
  • Scollegare il cavo USB che collega il dispositivo al PC
  • Spegnere il dispositivo e riaccenderlo nuovamente
  • L’aggiornamento è ora completato.

Se è già stato effettuato il primo aggiornamento, procedere come segue.

  • Portare il dispositivo TPMS in modalità di avvio (loader) prima di procedere con l’aggiornamento
    • Istruzioni per la modalità di avvio del dispositivo VT56: tenere premuto il tasto OK, quindi premere e rilasciare il tasto ON contemporaneamente.
    • Istruzioni per la modalità di avvio (loader) del dispositivo VT55: tenere premuto il tasto INVIO (la freccia che punta verso il basso e a sinistra). Premere e rilasciare il tasto di accensione contemporaneamente.
    • Istruzioni per la modalità di avvio del dispositivo VT36: tenere premuto il tasto OK, quindi premere e rilasciare il tasto ON contemporaneamente.
    • Istruzioni per la modalità di avvio (loader) del dispositivo VT30: tenere premuto il tasto INVIO (la freccia che punta verso il basso e a sinistra). Premere e rilasciare il tasto di accensione contemporaneamente.
  • Accendere il dispositivo e collegarlo al PC utilizzando il cavo USB in dotazione con il kit del dispositivo.
  • Fare clic sull’icona WebVT salvata sul PC
  • Una volta che WebVT ha rilevato il dispositivo connesso, fare clic su AGGIORNA DISPOSITIVO
  • Attendere fino a quando compare il messaggio “Congratulazioni, il tuo dispositivo è stato aggiornato correttamente”
  • Premere “OK” e uscire da WebVT
  • Scollegare il cavo USB che collega il dispositivo al PC
  • Spegnere il dispositivo e riaccenderlo nuovamente
  • L’aggiornamento è ora completato.

Non è possibile aggiornare il dispositivo TPMS. Per quale motivo?

Prima di contattare l’assistenza, provare le seguenti opzioni di risoluzione dei problemi.

  • La licenza è ancora valida?
    • Se la licenza è scaduta, contattare il fornitore del dispositivo per acquistare una licenza del software.
  • La batteria è carica?
    • Per evitare che la batteria si scarichi, collegare il caricabatterie.
  • Qual è la versione del software per PC installato? È compatibile con il PC?
    • Prima di procedere, assicurarsi che WebVT sia installato. Consultare la sezione “In che modo posso aggiornare il mio dispositivo ATEQ TPMS” per le istruzioni.
  • Il PC riconosce il dispositivo?
    • Cambiare la porta USB può essere d’aiuto.
  • La velocità di connessione a Internet è buona?
    • Se la connessione Internet è stata interrotta durante il processo, occorre ricominciare dall’inizio.
  • Sul PC è installato un software Hella Gutmann che blocca le porte USB?
    • In tal caso, disattivare il software Hella Gutmann tramite il task manager e riprovare.
  • La funzione screensaver del PC è stata disattivata?
    • Questo può interrompere il processo di aggiornamento. Disattivare lo screensaver o la modalità di risparmio energetico del PC prima di procedere.
  • Durante il processo, l’installazione si è interrotta?
    • Se non è stato possibile avviare l’aggiornamento, portare il dispositivo in modalità di avvio può tornare utile.
      • Istruzioni per la modalità di avvio del dispositivo VT56: spegnere il dispositivo. Tenere premuto il tasto OK, quindi premere e rilasciare il tasto ON contemporaneamente.
      • Istruzioni per la modalità di avvio (loader) del dispositivo VT55: spegnere il dispositivo. Tenere premuto il tasto INVIO (la freccia che punta verso il basso e a sinistra). Premere e rilasciare il tasto di accensione contemporaneamente.
      • Istruzioni per la modalità di avvio del dispositivo VT36: spegnere il dispositivo. Tenere premuto il tasto OK, quindi premere e rilasciare il tasto ON contemporaneamente.
      • Istruzioni per la modalità di avvio (loader) del dispositivo VT30: spegnere il dispositivo. Tenere premuto il tasto INVIO (la freccia che punta verso il basso e a sinistra). Premere e rilasciare il tasto di accensione contemporaneamente.
    • A volte potrebbe essere necessario effettuare due volte l’aggiornamento.

Perché il dispositivo VT55/VT56 inizia a lampeggiare una volta connesso il modulo OBDII al veicolo per la prima volta dopo l’aggiornamento del software del dispositivo?

Se si collega il modulo OBDII subito dopo aver aggiornato il software del dispositivo, il dispositivo proverà a comunicare con il veicolo e a completare un aggiornamento del firmware nello stesso momento. Procedere spegnendo il dispositivo e riaccendendolo nuovamente. Una volta visualizzato il menu principale, collegare il modulo OBDII solo al dispositivo; non collegare l’altra estremità al veicolo. Il modulo OBDII viene rilevato praticamente subito dal dispositivo e dal firmware, avviando l’aggiornamento. L’aggiornamento richiede meno di 60 secondi. Una volta terminato, scollegare il modulo OBDII e spegnere il dispositivo. L’aggiornamento è ora completato.

Dove si trova il numero di serie del dispositivo?

Non tutti i dispositivi e gli apparecchi ATEQ TPMS presentano un numero di serie visibile. Consultare l’elenco dei dispositivi ATEQ TPMS di seguito per individuare il numero di serie. Fornire il numero di serie all’assistenza tecnica può accelerare il processo di risoluzione dei problemi.

VT56: il numero di serie si trova sul retro del dispositivo e inizia con B366.

VT56-serial-number

VT55: il numero di serie si trova sul retro del dispositivo sotto l’involucro in gomma. Occorre rimuovere l’involucro in gomma per leggere il numero di serie, che inizia con B285.

VT55-serial-number

VT36: il numero di serie si trova sul retro del dispositivo e inizia con K360.

VT36-serial-number

VT30: il numero di serie si trova sul retro del dispositivo e inizia con K300.

VT30-serial-number

VT60/VT60S: il numero di serie si trova nella parte anteriore del dispositivo e inizia con B258.

VT60-S-FACE-serial-number

VT520: il numero di serie si trova nella parte anteriore dello strumento e inizia con C102.

VT520-FACE-serial-number

DiagVT: il numero di serie si trova nella parte anteriore del dispositivo e inizia con B240.

DiagVT-serial-number

TTD (Strumento per la misurazione dello spessore del battistrada): il numero di serie si trova sul retro del dispositivo e inizia con B380.

TTD-back-serial-number

Il PC non è in grado di trovare il dispositivo. Per quale motivo?

Quando WebVT mostra i messaggi di errore “Ricerca del dispositivo” o “Dispositivo non trovato”, occorre reinstallare i driver USB. Questo errore può essere causato dai motivi seguenti:

  • l’utente ha provato a installare WebVT su un nuovo PC
  • l’utente non ha acceso o collegato il dispositivo durante l’installazione di WebVT

Scaricare i driver USB per il dispositivo. Per i dispositivi VT56, VT55, VT36, VT30, VT15, Mitsureset e Quickset, scaricare il file seguente: driver USB


Problemi di lettura di sensori pressione pneumatici OE

Durante l’attivazione di un sensore, questo non risponde. Per quale motivo?

  • Controllare se il veicolo è dotato di sensori o di un sistema TPMS indiretto.
  • Nel dispositivo VT56, andare su SERVICE (RIPARAZIONE), quindi selezionare marca, modello e anno
  • Nel dispositivo VT55, andare su CHECK SENSOR (CONTROLLA SENSORE), quindi selezionare marca, modello e anno
  • Nel dispositivo VT36, andare su PROGRAM SENSOR (PROGRAMMA SENSORE), quindi selezionare marca, modello e anno
  • Nel dispositivo VT30, andare su VEHICLE SELECTION (SELEZIONE VEICOLO), quindi selezionare marca, modello e anno
  • Se non è possibile rilevare il sensore, cambiare la posizione del dispositivo rispetto allo pneumatico. Attendere almeno 35 secondi. Cambiare la distanza tra il dispositivo e la ruota.
  • Provare TUTTI i sensori della vettura. È MOLTO raro che TUTTI i sensori non funzionino. Se gli altri sensori funzionano, allora è possibile considerare il sensore che non risponde come guasto. Procedere quindi alla sua sostituzione.
  • Se tutti i sensori risultano guasti, il protocollo TPMS usato nel database del dispositivo potrebbe essere errato. Contattare il fornitore per ricevere assistenza.

Perché la pressione mostrata nel dispositivo non è corretta?

  • Possibile causa: il protocollo usato non è corretto. Contattare il fornitore per ricevere assistenza.

Non riesco a trovare il veicolo nel database. Per quale motivo?

ATEQ copre il 99% di tutti i veicoli passeggeri. Se un veicolo dotato di sistema TPMS non viene mostrato nel dispositivo, non esitare a contattare ATEQ.

Se si tratta di un veicolo commerciale, allora potrebbe non essere presente nel database.

  • Se il veicolo è stato importato, può essere necessario cambiare il database nelle impostazioni (EUROPA, AMERICA, COREA) per trovarlo.
    • Nel dispositivo VT56, andare su SETTINGS (IMPOSTAZIONI) > AMERICA, EUROPE (EUROPA) o KOREA (COREA)
    • Nel dispositivo VT55, andare su SETTINGS (IMPOSTAZIONI) > ZONE (ZONA)
    • Nel dispositivo VT36, andare su SETTINGS (IMPOSTAZIONI) > ZONE (ZONA)

All’attivazione del sensore, appare il messaggio REDUCE TIRE PRESSURE (RIDURRE LA PRESSIONE DELLO PNEUMATICO).

Alcune prime generazioni dei sensori TPMS (quali Beru o Pacific) devono essere messe sotto pressione per poter essere attivati. La procedura corretta, con il sensore montato sulla ruota, è gonfiare la ruota in base alla targhetta dello pneumatico. L’utente deve attivare il sensore e sgonfiare lentamente lo pneumatico nello stesso momento. Dopo alcuni secondi, il sensore reagirà. Inserire la pressione corretta dello pneumatico.

All’attivazione del sensore, appare il messaggio REDUCE TIRE PRESSURE (RIDURRE LA PRESSIONE DELLO PNEUMATICO).

Alcune prime generazioni dei sensori TPMS (quali Beru o Pacific) devono essere messe sotto pressione per poter essere attivati. La procedura corretta, con il sensore montato sulla ruota, è gonfiare la ruota in base alla targhetta dello pneumatico. L’utente deve attivare il sensore e sgonfiare lentamente lo pneumatico nello stesso momento. Dopo alcuni secondi, il sensore reagirà. Inserire la pressione corretta dello pneumatico.


Problemi di programmazione

Raccomandazioni generiche per problemi di programmazione del dispositivo ATEQ TPMS

  • Si consiglia di programmare i sensori prima di montarli sullo pneumatico
  • Una volta programmati i sensori aftermarket, procedere alla loro verifica.
    • Nel dispositivo VT56, andare su CHECK TPM (CONTROLLA TPM), quindi selezionare marca, modello e anno
    • Nel dispositivo VT55, andare su CHECK SENSOR (CONTROLLA SENSORE), quindi selezionare marca, modello e anno
    • Nel dispositivo VT36, andare su PROGRAM SENSOR (PROGRAMMA SENSORE), quindi selezionare marca, modello e anno (solo per versioni aftermarket)
  • I sensori programmabili devono reagire proprio come i sensori OE originali.

Durante la programmazione di un sensore, il dispositivo mostra il messaggio WRONG FREQUENCY, CHANGE SENSOR (FREQUENZA ERRATA, SOSTITUIRE IL SENSORE).

Non è possibile programmare iI sensore aftermarket nella frequenza richiesta per quel veicolo (315 o 434 MHz). L’utente deve verificare se il sensore è compatibile con il veicolo selezionato.

Durante la programmazione di un sensore singolo, il dispositivo mostra il messaggio VERIFY ERROR, PLEASE TRY AGAIN (VERIFICARE L’ERRORE E RIPROVARE).

  • Se ciò accade durante il processo di caricamento, verificare che il riferimento del sensore aftermarket sia compatibile nel dispositivo. Se tutti i dati sono corretti, il sensore può essere difettoso; contattare il produttore del sensore.
  • Se accade durante il processo di verifica, il database del dispositivo potrebbe essere errato. Contattare ATEQ.

Cambiando le gomme per la stagione invernale, utilizzando la funzionalità COPY SET (COPIA SET), appare il messaggio VERIFY ERROR, PLEASE TRY AGAIN (VERIFICARE L’ERRORE E RIPROVARE)

Se accade all’inizio del processo:

  • Verificare che il sensore aftermarket sia compatibile. Nel dispositivo, controllare che la marca del sensore rientri nell’elenco dei sensori compatibili per la marca, il modello e l’anno del veicolo.
    • Nel dispositivo VT56, andare su PROGRAM (PROGRAMMA) > MAKE (MARCA), quindi selezionare marca, modello e anno
    • Nel dispositivo VT55, andare su PROGRAM (PROGRAMMA) > MAKE (MARCA), quindi selezionare marca, modello e anno
    • Nel dispositivo VT36, andare su PROGRAM SENSOR (PROGRAMMA SENSORE), quindi selezionare marca, modello e anno del veicolo (solo per versioni aftermarket)
  • Se il sensore usato non è compatibile, il database del dispositivo può essere errato. Contattare il fornitore per ricevere assistenza.

Se accade durante il processo di convalida:

  • Verificare che il sensore aftermarket sia compatibile.
    • Nel dispositivo VT56, andare su PROGRAM (PROGRAMMA) > MAKE (MARCA), quindi selezionare marca, modello e anno
    • Nel dispositivo VT55, andare su PROGRAM (PROGRAMMA) > MAKE (MARCA), quindi selezionare marca, modello e anno
    • Nel dispositivo VT36, andare su PROGRAM SENSOR (PROGRAMMA SENSORE), quindi selezionare marca, modello e anno del veicolo (solo per versioni aftermarket)
  • Se tutti i dati sono corretti, uno dei sensori programmabili può essere difettoso; contattare il produttore del sensore.

Problemi di acquisizione OBD2

IMPORTANTE: per tutti i problemi relativi a OBD, verificare prima quanto segue.

  • Assicurarsi che il modulo OBD sia quello acquistato originariamente per il dispositivo designato.
    • Il modulo OBDII VT56 è nero con un adesivo grigio
    • Il modulo OBDII VT55 è nero con un adesivo nero

obd2-cable

OBD2-for-VT55

  • Verificare che il dispositivo sia caricato a sufficienza: livello della batteria oltre il 50%.
  • Quando il modulo OBD viene collegato tramite cavo RJ45 al dispositivo VT56, assicurarsi che l’icona OBD sia presente sullo schermo del dispositivo nell’angolo in alto a sinistra.
  • Assicurarsi che la spia LED verde lampeggi sul modulo OBD per i dispositivi VT56 e VT55. Se la spia è rossa, scollegare il cavo dal modulo OBD e dal dispositivo. Ricollegare il cavo e riaccendere il dispositivo. Se la spia è ancora rossa, può essere presente un guasto nel modulo OBD, nel cavo o nel dispositivo. Contattare il fornitore per sostituire il cavo.
  • Per il dispositivo VT56, dopo aver programmato i sensori e se il protocollo OBD è pronto alla trasmissione, appare un’icona gialla nell’angolo inferiore sinistro. Collegare il modulo OBD e procedere.
  • Durante il collegamento del modulo OBD al veicolo, assicurarsi che il modulo OBD sia inserito direttamente nella presa OBD del veicolo.
  • È molto importante attivare SEMPRE i sensori nell’ordine visualizzato nel dispositivo: iniziare dalla ruota anteriore sinistra e terminare con la ruota posteriore sinistra.
  • Per trasferire i dati all’ECU, il veicolo dev’essere acceso (ossia con i dispositivi elettrici operativi) e a motore spento.
  • NOTA: il modulo OBD dev’essere scollegato dal veicolo e dal dispositivo, dopo ogni acquisizione.

Dopo l’attivazione di 4 sensori OE o aftermarket, una volta collegato il modulo OBDII all’ECU non succede nulla.

Controllare tutti i punti precedenti prima di procedere.

 

Dopo l’attivazione di 4 sensori OE o aftermarket, una volta collegato il modulo OBDII all’ECU, appare il messaggio TRANSFER FAILURE (TRASFERIMENTO NON RIUSCITO) sullo schermo.

  • Possibile causa 1: se la barra di avanzamento non avanza, il protocollo OBDII è errato e non è possibile stabilire una connessione tra il dispositivo e l’ECU. Il problema risiede nel database del veicolo. Verificare la selezione di marca, modello e anno inserendo il codice VIN.
  • Possibile causa 2: se la barra di avanzamento comincia ad avanzare e si ferma a metà del processo, è possibile che sia presente un errore nel software o nella compatibilità del sensore aftermarket, che non invia i dati corretti all’ECU.
  • Verificare che il sensore AM sia compatibile nel dispositivo.
    • Nel dispositivo VT56, andare su PROGRAM (PROGRAMMA) > MAKE (MARCA), quindi selezionare marca, modello e anno
    • Nel dispositivo VT55, andare su PROGRAM (PROGRAMMA) > MAKE (MARCA), quindi selezionare marca, modello e anno
    • Nel dispositivo VT36, andare su PROGRAM SENSOR (PROGRAMMA SENSORE), quindi selezionare marca, modello e anno del veicolo (solo per versioni aftermarket)

 

Dopo un’acquisizione OBD avvenuta correttamente, la spia TPMS si attiva nuovamente dopo una breve guida del cliente…

  • Causa: il sensore aftermarket non comunica il firmware corretto al veicolo.
  • Verificare che il sensore AM sia compatibile nel dispositivo.
    • Nel dispositivo VT56, andare su PROGRAM (PROGRAMMA) > MAKE (MARCA), quindi selezionare marca, modello e annoNel dispositivo VT55, andare su PROGRAM (PROGRAMMA) > MAKE (MARCA), quindi selezionare marca, modello e anno
    • Nel dispositivo VT36, andare su PROGRAM SENSOR (PROGRAMMA SENSORE), quindi selezionare marca, modello e anno del veicolo (solo per versioni aftermarket)
  • Se le informazioni sono corrette, contattare il produttore del sensore per ulteriore assistenza.

 

Dopo l’attivazione di 4 sensori OE o aftermarket, una volta collegato il modulo OBDII all’ECU non succede nulla.

Controllare tutti i punti precedenti prima di procedere.

Dopo l’attivazione di 4 sensori OE o aftermarket, una volta collegato il modulo OBDII all’ECU, appare il messaggio TRANSFER FAILURE (TRASFERIMENTO NON RIUSCITO) sullo schermo.

  • Possibile causa 1: se la barra di avanzamento non avanza, il protocollo OBDII è errato e non è possibile stabilire una connessione tra il dispositivo e l’ECU. Il problema risiede nel database del veicolo. Verificare la selezione di marca, modello e anno inserendo il codice VIN.
  • Possibile causa 2: se la barra di avanzamento comincia ad avanzare e si ferma a metà del processo, è possibile che sia presente un errore nel software o nella compatibilità del sensore aftermarket, che non invia i dati corretti all’ECU.
  • Verificare che il sensore AM sia compatibile nel dispositivo.
    • Nel dispositivo VT56, andare su PROGRAM (PROGRAMMA) > MAKE (MARCA), quindi selezionare marca, modello e anno
    • Nel dispositivo VT55, andare su PROGRAM (PROGRAMMA) > MAKE (MARCA), quindi selezionare marca, modello e anno
    • Nel dispositivo VT36, andare su PROGRAM SENSOR (PROGRAMMA SENSORE), quindi selezionare marca, modello e anno del veicolo (solo per versioni aftermarket)

Dopo un’acquisizione OBD avvenuta correttamente, la spia TPMS si attiva nuovamente dopo una breve guida del cliente…

  • Causa: il sensore aftermarket non comunica il firmware corretto al veicolo.
  • Verificare che il sensore AM sia compatibile nel dispositivo.

– Nel dispositivo VT56, andare su PROGRAM (PROGRAMMA) > MAKE (MARCA), quindi selezionare marca, modello e anno

– Nel dispositivo VT55, andare su PROGRAM (PROGRAMMA) > MAKE (MARCA), quindi selezionare marca, modello e anno

– Nel dispositivo VT36, andare su PROGRAM SENSOR (PROGRAMMA SENSORE), quindi selezionare marca, modello e anno del veicolo (solo per versioni aftermarket)

  • Se le informazioni sono corrette, contattare il produttore del sensore per ulteriore assistenza.

Prove hardware di base

Stampante VT56: modalità per verificare il corretto funzionamento della stampante

  • Verificare che il cavo di alimentazione sia collegato
  • Verificare che l’alimentazione sia presente (premere il tasto on/off per 3 sec.)
  • Verificare la presenza di carta (controllare la direzione di uscita della carta)
  • Inviare un lavoro alla stampante.

Modalità per verificare il corretto funzionamento della scheda SD

  • Per il dispositivo VT56, controllare l’icona della scheda SD nell’angolo superiore destro vicino allo stato della batteria. Se è presente una “X” rossa sull’icona della scheda SD, si tratta di un guasto; contattare l’assistenza tecnica per ulteriori istruzioni.

VT56-screen-SD-card-faq

VT56-screen-SD-card-bad-faq

Dove si trova la scheda SD (VT56, VT55)?

  • Per il dispositivo VT56, rimuovere l’involucro in gomma. La scheda SD da 4 GB si trova sul lato destro. Spingere all’interno la scheda SD per rimuoverla.

vt56-sd-card-location

  • Per il dispositivo VT55, rimuovere l’involucro in gomma. La scheda SD da 2 GB si trova sul lato inferiore del dispositivo. Spingere all’interno la scheda SD per rimuoverla.

vt55-sd-card-location

 

In che modo è possibile controllare il corretto funzionamento della connessione USB (VT56, VT55)?

  • VT56: collegare il cavo USB al lato destro del dispositivo. Controllare l’icona del cavo USB nell’angolo sinistro del display. Se l’icona del cavo USB è attiva, la connessione USB funziona correttamente.

VT56-screen-usb-faq

  • VT56: portare il dispositivo in modalità di avvio per verificare la connettività del cavo USB. Per prima cosa, spegnere il dispositivo. Quindi, tenere premuto il tasto OK, poi premere e rilasciare il tasto ON contemporaneamente.

vt56-usb-cable-boot-mode-faq

  • VT55: portare il dispositivo in modalità di avvio per verificare la connettività del cavo USB. Per prima cosa, spegnere il dispositivo. Quindi tenere premuto il tasto INVIO (la freccia che punta verso il basso e a sinistra). Premere e rilasciare il tasto di accensione contemporaneamente.

vt55-usb-cable-faq

 

Cosa significa TPMS?

Tire Pressure Monitoring System, sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici.

Dispositivi ATEQ VT15 acquistati prima del 1/1/2011

I dispositivi ATEQ VT15 acquistati prima del 1 gennaio 2011 devono essere aggiornati per assicurare la compatibilità con il software WebVT. Seguire le fasi indicate per scaricare questo aggiornamento, se necessario:

  • Scaricare il software WebVT
  • Collegare il dispositivo VT15 al PC usando il cavo USB in dotazione con il dispositivo o simile.
  • Una volta terminato il caricamento del software WebVT, scollegare il cavo USB dal dispositivo VT15.
  • Premere il tasto TX sul dispositivo VT15 e i 2 LED lampeggeranno temporaneamente.
  • Il dispositivo è ora compatibile con WebVT e aggiornato.

Per quale motivo WebVT non riesce a trovare il dispositivo?

Quando WebVT mostra i messaggi di errore “Ricerca del dispositivo” o “Dispositivo non trovato”, occorre reinstallare i driver USB. Questo errore può essere causato dai motivi seguenti:

  • l’utente ha provato a installare WebVT su un nuovo PC
  • l’utente non ha acceso o collegato il dispositivo durante l’installazione di WebVT

Completare le fasi indicate per correggere il problema.